Le nostre soluzioni
Compressori d'aria
Solutions
Prodotti
Compressori d'aria
Apparecchiature accessorie per impianti gas medicale
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Prodotti
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Process Gas and Air Equipment
Utensili e Soluzioni Industriali
Solutions
Industrie nostre clienti
Utensili e Soluzioni Industriali
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Utensili e Soluzioni Industriali
Utensili e Soluzioni Industriali
Vacuum solutions

Test delle unità di refrigerazione grazie all'aria estremamente secca ad alta pressione

11 luglio 2019

Un'azienda spagnola specializzata nell'assemblaggio meccanico di impianti industriali era stata incaricata di fornire un sistema di refrigerazione a un mattatoio. Prima della messa in funzione, tuttavia, le normative richiedono che gli impianti di refrigerazione siano testati con una pressione di 18 bar, superiore alla pressione massima fornita dalla maggior parte dei compressori.

Ottimizzazione dell'efficienza

Prima di poter aggiungere il refrigerante a un impianto, è necessario testare la tenuta dell'attrezzatura per verificare che non vi siano perdite. Poiché gli impianti di raffreddamento funzionano a una temperatura compresa tra -30 e -35 °C, il test richiede l'uso di un liquido che non contamini l'impianto con acqua o altre sostanze che congelano a temperature simili. Quando tali impianti sono in funzione, una miscela di acqua e refrigerante può determinare la corrosione interna, provocando gravi danni.

Per evitare questo scenario, vengono generalmente utilizzate bombole di azoto ad alta pressione per eseguire questi test. Tuttavia, l'utilizzo di bombole di azoto è costoso e impegnativo, in quanto richiede scarichi permanenti, collegamenti e scollegamenti. Inoltre, quando si esauriscono le bombole di azoto ad alta pressione, è necessario predisporre nuove operazioni di consegna e trasporto, con conseguenti problemi amministrativi aggiuntivi e un maggiore rischio di ritardi per il cliente.

Per aumentare l'efficienza dei costi per il cliente, abbiamo introdotto l'aria compressa secca oil-free come alternativa alle bombole di azoto. L'aria estremamente secca con un punto di rugiada di -50 °C ad alta pressione è perfetta per testare tali attrezzature senza il rischio di umidità residua congelata.

Normative rigorose e tempo limitato

Sebbene abbiamo trovato rapidamente un'alternativa perfetta alle bombole di azoto, il progetto presentava ancora alcune difficoltà. Per prima cosa, il mattatoio si trovava in Spagna e tutte le attrezzature dovevano essere conformi alle normative spagnole che impongono di testare gli impianti di raffreddamento con una pressione di 18 bar, notevolmente superiore alla pressione massima di 10 bar che la maggior parte dei compressori può raggiungere. Per risolvere questo problema, abbiamo introdotto un booster DXT 85 in grado di amplificare la pressione del compressore a 20 bar.


In secondo luogo, gli impianti di raffreddamento dovevano essere operativi il prima possibile. Poiché l'accumulo di pressione fino a 18 bar richiede molto tempo, dovevamo trovare una soluzione che potesse accelerare il processo e limitare la perdita di tempo prezioso. Utilizzando un compressore stazionario oil-free ZT 90 VSD FF, un essiccatore d'aria a sostanza igroscopica CD 400 e un booster DXT 85, siamo stati in grado di aumentare la pressione in modo relativamente rapido e completare i test di tenuta in sole 2 settimane.


Grazie al nostro rapido coordinamento, il cliente è stato in grado di mettere in funzione gli impianti di raffreddamento senza perdere troppo tempo per i test obbligatori.


“ Il cliente e il nostro team sono rimasti entrambi molto soddisfatti del progetto. Grazie alla nostra precedente esperienza con clienti nel settore del raffreddamento, abbiamo compreso appieno le esigenze di questo progetto. Inoltre, siamo stati in grado di offrire un valore aggiunto evidenziando le potenziali difficoltà che potevano verificarsi durante il processo di installazione e test. ”

Javier Acuna , Sales Engineer presso Atlas Copco Rental Spagna

Per ulteriori informazioni, contattare:

Le grandi idee velocizzano l'innovazione. In Atlas Copco trasformiamo idee industriali in vantaggi per le aziende fin dal 1873. Dando ascolto ai nostri clienti e conoscendo a fondo le loro esigenze, creiamo valore e innovazione tenendo ben in mente il futuro. Atlas Copco ha sede a Stoccolma, in Svezia, ha clienti in più di 180 paesi e circa 37.000 dipendenti. Nel 2018 ha realizzato un fatturato di 95 miliardi di corone svedesi, pari a 9 miliardi di euro. Maggiori informazioni su www.atlascopcogroup.com.

Le grandi idee rafforzano lo sviluppo sostenibile. In Atlas Copco Specialty Rental collaboriamo con i nostri clienti per installare soluzioni temporanee all'avanguardia per aria, energia, flusso, vapore e azoto. I nostri esperti hanno conoscenze approfondite delle applicazioni e delle attrezzature. Comprendiamo le esigenze dei nostri clienti e siamo in grado di fornire una soluzione totale per qualsiasi settore industriale, sia in casi di emergenza sia per progetti programmati. Siamo una divisione della business area Power Technique, con sede a Boom, in Belgio e offriamo soluzioni di noleggio specializzate con diversi marchi in tutto il mondo.