Come eliminare le perdite nel tuo impianto di aria compressa

Lo sapevi che una perdita di aria compressa da 6 mm a 7 bar può costare fino a 7.500 €?

In impianti aria compressa datati, fino al 20% del consumo di aria potrebbe essere sprecato in perdite. Considerando l’elevato costo dell’energia elettrica in Italia, trovare una soluzione per identificare e bonificare le perdite potrebbe consentire in modo semplice un risparmio di soldi ed energia e prevenire problemi su lungo termine.

Come fare?

1. Elimina le perdite nell’impianto di aria compressa

Anche la più piccola perdita può causare un grosso spreco di risorse.
Se lungo una tubazione c’è un perdita di aria compressa, ci sarà anche una perdita di carico, che costringerà l’impianto a lavorare di più e usare più energia del dovuto.

Eliminare le perdite di carico, cioè le cadute di pressione, crea una sorta di effetto domino positivo, che comporta significativi risparmi in bolletta.

2. Previeni la formazione di nuove perdite

Una volta identificate e riparate le perdite, è importante proseguire nell'azione di prevenzione, per evitare che se ne formino di nuove.
Polveri e umidità nelle tubazioni possono portare a nuove perdite, che compromettono l’efficienza dell’intero sistema.
Prova a fare verifiche sistematiche sull’intera rete: è il modo più efficace per prevenire le perdite.
Assicurati anche di controllare, pulire e manutenere i filtri: in questo modo ridurrai le perdite di carico e migliorerai l’efficienza energetica.

Elimina le perdite oggi

Ti interessa capire come individuare gli sprechi dovuti alle perdite? Visita il sito http://ctenergysavings.atlascopco.com/it/ per saperne di più e chiedi maggiori informazioni al tuo consulente energetico Atlas Copco.