Le nostre soluzioni
Utensili e Soluzioni Industriali
Soluzioni
Industrie nostre clienti
Utensili e Soluzioni Industriali
Prodotti
Utensili e Soluzioni Industriali
Prodotti per l'Energia
Soluzioni
Prodotti
Prodotti per l'Energia
Energy Storage Systems
Compressori
Soluzioni
Prodotti
Compressori
Prodotti e soluzioni
Soluzioni
Assistenza per le pompe per vuoto

Come scegliere le pompe sommergibili

Le pompe di drenaggio sommergibili sono essenziali nelle applicazioni di ingegneria civile, coltivazione mineraria e lavori in cava per rimuovere acqua, fanghi e liquami. Di seguito sono riportate alcune considerazioni per specificare pompe sommergibili affidabili.

Hai bisogno di aiuto? Chiedi all'esperto

Come scegliere le pompe sommergibili

1. Quali fluidi necessitano di pompaggio?

Il primo aspetto da considerare è la natura del liquido pompato, in quanto ciò ha un impatto significativo sul tipo di pompa. Tra i fattori importanti da considerare figurano la composizione generale, la concentrazione e le dimensioni delle particelle in sospensione, nonché il livello di pH, la temperatura e il contenuto chimico del liquido. Ad esempio, è acqua con particelle fini o un fluido molto più denso e quanto è aggressivo un terreno.

2. Quali sono i requisiti della capacità?

Una delle considerazioni più importanti sulle prestazioni è il requisito del flusso, ovvero quanto liquido deve essere spostato e quanto rapidamente? Ad esempio, una pompa con una portata massima di 138 m3/h (come il modello WEDA D50 di Atlas Copco) rimuoverà l'acqua da una piscina di 36 m3 in 15 minuti. Tuttavia, una pompa con una portata di 350 m3/h (come il modello WEDA D80) svuoterebbe la piscina in soli 6 minuti.

3. Quali sono la distanza e l'altezza necessarie per il pompaggio del fluido?

A quale altezza deve essere pompato il fluido e su quale distanza dovrà viaggiare? Ciò avrà un impatto sulla pressione che la pompa deve erogare per garantire che possa pompare in modo efficiente e affidabile. Maggiore è la distanza a cui l'acqua deve essere pompata, maggiore è l'attrito che si crea, con la conseguente perdita di pressione dalla pompa. Le pompe devono superare la resistenza alla gravità e le perdite di attrito. Nello specifico, controllare la curva della pompa pubblicata dal produttore, che mostra l'altezza della testa rispetto alla portata, per garantire che essa copra il punto di lavoro richiesto.

4. Qual è la tua fonte di energia?

Se è disponibile una rete elettrica, un’elettropompa sarà la scelta migliore e quella più efficiente nella maggior parte dei casi. Le elettropompe sommergibili, come le WEDA di Atlas Copco, rappresentano l'approccio più semplice, efficiente dal punto di vista energetico e più economico, per l'elevata potenza racchiusa in contenitori leggeri e compatti che forniscono. Se il sito è remoto e soggetto a una rete elettrica fluttuante, prendere in considerazione una pompa con il motore e il motorino di avviamento dotati di protezione elettrica incorporata contro le variazioni di tensione, i guasti di fase e gli errori umani.

A parte il tipo di fluido da pompare, la fonte di energia, e le esigenze di flusso e volume, altri fattori devono essere presi in considerazione quando si sceglie una pompa sommergibile, come il risparmio energetico, la durata e le spese di manutenzione per ogni pompa fornita. Fare la scelta giusta non è semplice, ma con una guida esperta può essere realizzata in modo soddisfacente.