Una cava in Australia aumenta la produttività con il carro SmartROC T45

20 novembre 2014

Per l'azienda Local Mix, produttrice di cemento e prodotti di cava, l'aumento di produttività si è risolto semplicemente cercando il giusto carro di perforazione. A detta di tutti, lo hanno trovato.

La cava di roccia dura di Anakie, nei pressi della città di Geelong sulla costa meridionale australiana, fornisce 500000 tonnellate di rocce frantumate e materiale per il fondo stradale all'industria delle costruzioni ogni anno. Qui, l'azienda Local Mix, produttrice di cemento e prodotti di cava, è subentrata nell'attività nel 1993 e svolge autonomamente tutti i lavori di perforazione e brillamento senza avvalersi di servizi in conto terzi.

“Al primo impatto vedendolo in mostra pensammo subito che fosse molto più all'avanguardia degli altri, ma passammo oltre e continuammo a cercare per dover ammettere infine che superava di gran lunga i carri della concorrenza per tecnologia, efficienza dei consumi, automazione, precisione e agilità.”

Steven Richardson, General Manager, Local Mix

Quando l'azienda si è resa conto che il carro di perforazione di seconda mano che stava usando non aveva le capacità necessarie per centrare l'obiettivo di un aumento di produttività, il General Manager Steven Richardson è partito alla ricerca del miglior carro che potesse trovare sul mercato.

Watpac is inspecting the holes of SmartROC T45

"Ci recammo in Germania per la fiera Bauma nel 2013 e fu proprio lì che vedemmo per la prima volta lo SmartROC T45 di Atlas Copco", ricorda. "Al primo impatto vedendolo in mostra pensammo subito che fosse molto più all'avanguardia degli altri, ma passammo oltre e continuammo a cercare per dover ammettere infine che superava di gran lunga i carri della concorrenza per tecnologia, efficienza dei consumi, automazione, precisione e agilità."

Al ritorno in Australia, Richardson e il Quarry Manager, Mat Teesdale, visitarono Mt Magnet nell'area occidentale dell'isola, insieme ai rappresentanti di Atlas Copco per vedere in azione lo SmartROC T45-10 (versione con braccio fisso). Ne furono impressionati e decisero che la versione con braccio mobile avrebbe offerto la versatilità necessaria per le condizioni del suolo nella loro cava. Dopo appena otto mesi di attività sul sito, il carro SmartROC T45 ha aumentato l'efficienza di perforazione e ridotto i costi di esercizio.

Notevole risparmio di combustibile

Il carro SmartROC T45 consuma una media di 13,77 litri di combustibile all'ora, conferma Teesdale. "Un risultato ragguardevole già di suo, ma ancora più impressionante se confrontato al nostro vecchio carro, che consumava circa 15,37 litri all'ora, a incrementi di 4 bar e 115 litri al secondo, oltre gli extra 9 kW per la perforazione della roccia", spiega. "Il consumo di combustibile è in parte dovuto alla roccia da perforare. Questa non è eccessivamente dura, ma variabile, il che può causare l'usura dei componenti se la forza di perforazione non corrisponde ai requisiti del suolo." "Un altro motivo per cui abbiamo acquistato questo carro è l'eccezionale controllo che l'operatore può avere sull'aria di spurgo, in modo che la macchina produca solo quanto necessario. Siamo stati quindi in grado di prolungare notevolmente la durata delle aste di perforazione; le aste originali sono ancora attive sulla macchina e dopo 8500 metri mostrano solo minime tracce di usura."


SmartROC T45 in Australia. Customer Local Mix.

Processi automatici

Il carro SmartROC T45 può essere dotato del sistema di navigazione della perforazione (HNS, Hole Navigation System), che permette configurazioni accurate e rende estremamente semplice l'apertura della bocca di perforazione. Molti aspetti del processo operativo, quali l'allineamento della slitta e l'effettiva perforazione, sono automatici, il che non solo offre risultati continui e soddisfacenti ma anche una precisione eccezionale. Il sistema viene caricato con lo schema di perforazione che permette lo spostamento sulla posizione ottimale da cui praticare più fori alla profondità e angolazione richieste. L'intero processo è guidato e documentato dal programma ROC Manager del carro che fornisce informazioni dettagliate e consente di prendere decisioni oculate. Il tracciamento dei fori per il brillamento ha raggiunto una precisione dell'85-100%. Questo carro ha un modem 3G installato anziché l'abituale stazione base per accedere alle coordinate GPS, assicurando la flessibilità necessaria a spostarsi sui diversi siti e conservando tutte le caratteristiche del sistema HNS. Inoltre, sono state eliminate le inefficienze e le imprecisioni associate alla misurazione e alla marcatura manuale dei fori. L'apertura della bocca di perforazione è automatica e precisa, così come l'allineamento dei fori alle angolazioni e alle profondità che consentono una frammentazione superiore dopo il brillamento. Le marcature vengono completate nel 25% del tempo e la frammentazione dopo il brillamento è senza precedenti. I metri perforati per ora di esercizio motore sono aumentati del 23,7% grazie al tempo di configurazione migliorato, alla maggiore capacità dell'aria di spurgo e alla penetrazione nella roccia. Leggi tutta la storia sulla rivista Mining and Construction online.

Testimonianze dei clienti Carri di perforazione di superficie Attività di estrazione 2014