La strategia "lean and green" ha ottimizzato l'estrazione in cava in Polonia grazie al carro SmartROC T35

28 gennaio 2016

La cava GZD Siewierz nel Sud della Polonia si sta preparando a snellire la produzione con il carro SmartROC T35 che ha dimezzato i livelli di rumorosità e i consumi energetici.

Le cave di dolomite dell'area mineraria di Brudzowice fanno girare tutto il settore in Polonia. Le cave forniscono i materiali per il fondo stradale e gli aggregati all'industria delle costruzioni, materiale fertilizzante per il settore agricolo e flussante per la fusione di ferro e acciaio.

La dolomite, classificata sia come minerale sia come roccia, viene estratta nel Sud del paese dove si trovano numerose miniere di rame e carbone. Qui, a circa 35 km dalla città di Katowice nel Sud della Polonia, un carro SmartROC T35 di Atlas Copco è entrato in azione alla cava di GZD Siewierz, con la missione di aumentare la produttività della perforazione per fori di carica, ridurre i costi dell'estrazione e migliorare l'ambiente di lavoro.

SmartROC T35 in Poland

"Abbiamo introdotto il carro SmartROC T35 perché avevamo bisogno di rendere meno costose le nostre operazioni di perforazione. Rispetto alla nostra attrezzatura obsoleta, possiamo ridurre i costi di esercizio del 50 per cento", afferma Zbigniew Tomsia, Presidente della Górnicze Zakłady Dolomitowe S.A., che possiede e gestisce la cava, Tomsia continua: "Il carro SmartROC T35 è stato personalizzato in base alle nostre esigenze. Ha soluzioni moderne, compreso un kit di silenziamento che è stato importante per rendere più confortevole l'ambiente di lavoro." La cava GZD Siewierz vanta una produzione annuale che varia da un milione fino a 1,9 milioni di tonnellate. La capacità di produzione può raggiungere 2,5 milioni di tonnellate se la richiesta è alta. La cava ha sei livelli di scavo con vari tipi di dolomite su ciascun livello.

Finanziamento ambientale

Un fattore che ha svolto un ruolo chiave nella decisione dell'azienda di rinnovare la flotta e di investire in "attrezzature all'avanguardia", come le definisce Tomsia, era la possibilità di ottenere un finanziamento per attrezzature efficienti in termini di consumo energetico. "Eravamo in grado di dimostrare alla banca che l'introduzione del carro SmartROC T35 avrebbe permesso di risparmiare almeno il 20 per cento di energia, a tutto beneficio dell'ambiente", dichiara. "Il rapporto operazione-per-metro è sorprendente. Consumiamo 0,38 litri di combustibile per metro di perforazione ovvero 12,89 litri all'ora." Vale a dire, una riduzione del 50% nei costi di combustibile.


"Un altro vantaggio è il monitoraggio della macchina online", aggiunge. "Possiamo effettuare un'analisi completa e leggere sul display il numero di fori effettuato in un determinato giorno, per quanto tempo il carro di perforazione è rimasto in funzione, la distanza coperta e le ore di esercizio del motore."

SmartROC T35 in Poland

"A tutela dell'ambiente, abbiamo installato sul carro di perforazione anche un nuovo collettore di polvere", aggiunge Tomsia. L'azienda vanta un lungo rapporto di collaborazione con Atlas Copco che risale al 1997 quando fu acquistato il primo carro di perforazione ROC D7.

Il carro SmartROC T35 recentemente acquistato è caratterizzato da sistemi automatici per l'allineamento della slitta e il caricamento delle aste nonché di GPS. Equipaggiato con aste di perforazione da 45 mm e punte di perforazione da 76 mm, il carro raggiunge una velocità di penetrazione di 1,52 m al minuto su gradoni alti 10–14 m con uno schema di carico e spaziatura di 2 m x 2,5 m.

Rumorosità ridotta, comfort elevato

Prima di acquistare lo SmartROC T35, l'operatore Ireneusz Borówka ha visitato una cava nella Repubblica ceca per valutare prestazioni e comfort del carro di perforazione. "C'è molto spazio in cabina e i due joystick multiuso sono molto utili", spiega il suo collega e secondo operatore, Marek Borówka. "Ogni pulsante è multifunzione e questo mi permette di usare lo stesso joystick per aggiungere aste durante la perforazione e passare poi al controllo degli attuatori."

"Anche il sistema di aria condizionata fa la sua parte ed è molto efficiente quando la temperatura ambiente è alta e l'aria umida, impedendo che i finestrini si appannino. Inoltre, il kit di silenziamento ha ridotto la rumorosità del 50 per cento e reso il carro un'ambiente confortevole in cui lavorare. Ora possiamo davvero conservare quando sostiamo accanto all'attrezzatura."

Anche se il 60–70 per cento della dolomite della cava diventa aggregato per la costruzione di strade ed edifici, Tomsia sottolinea la sfida della domanda stagionale. Al momento la cava fornisce le maggiori quantità di dolomite agli impianti chimici e ai produttori di fertilizzanti ma per questo inverno si prevede una fornitura per il settore dell'acciaio. "Ciò significa che è essenziale avere una produzione flessibile e a basso costo", dichiara, "per questo è così importante aumentare l'efficienza."

Il nuovo carro SmartROC T35 ci aiuta a raggiungere questo obiettivo.

Carri di perforazione di superficie Attività di estrazione