Atlas Copco coordina l'iniziativa UE per i sistemi minerari intelligenti sostenibili

15 dicembre 2016

Atlas Copco Rock Drills AB è stato nominato coordinatore del consorzio europeo dei sistemi minerari intelligenti sostenibili (SIMS, Sustainable Intelligent Mining Systems). Questa iniziativa dell'industria mineraria è stata finanziata da Horizon 2020, il maggior programma di ricerca e innovazione della UE. Progettato per favorire la crescita economica sostenibile, Horizon 2020 ha il sostegno politico dei leader europei e del Parlamento Europeo. Scopri di più sulla portata di questa emozionante iniziativa all'indirizzo SIMSmining.eu.


Atlas Copco risponde alla sfida per contribuire a far progredire l'industria mineraria europea

Per incoraggiare la crescita dell'occupazione migliorando al contempo le pratiche minerarie in tutto il mondo, Horizon 2020 ha promosso un'innovazione nell'industria mineraria europea. Coloro i quali hanno risposto alla sfida hanno costituito un consorzio di 11 organizzazioni provenienti da Svezia, Finlandia, Germania e Polonia.

In qualità di coordinatore dell'iniziativa, parte del ruolo di Atlas Copco consisterà nella condivisione delle informazioni con i membri del consorzio del progetto e con le altre parti interessate esterne quali clienti, politici e la società in generale. Oltre ad Atlas Copco, il consorzio SIMS include ABB, Agnico Eagle, Boliden, Ericsson KGHM Cuprum, K+S KALI, LKAB, Mobilaris, Luleå University of Technology e RWTH Aachen University.

"Le aspettative delle parti interessate sono alte, ma con un consorzio così forte siamo certi di soddisfarle", afferma Mikael Ramström, Manager of Global Strategic Projects and Alliances di Atlas Copco, che sta assumendo il ruolo di coordinatore del progetto SIMS.

La configurazione del futuro dell'industria mineraria

Atlas Copco dispone di attrezzature per la perforazione e lo scavo attraverso una rete globale. Con i nuovi vantaggi offerti dalle attrezzature a batteria a basse emissioni, e dalla telematica e dall'automazione, la storica azienda svedese è uno dei principali motori dell'innovazione tecnologica, in grado di configurare il futuro di un'industria mineraria sostenibile. Le solide fondamenta nel settore, insieme alla lungimiranza che la contraddistingue, ha reso Atlas Copco una scelta ovvia per il coordinamento di questo consorzio, con un budget complessivo di 16 milioni di Euro in tre anni.

"Siamo molto orgogliosi di guidare questo consorzio. È stato molto emozionante sviluppare la proposta di questo progetto vincente insieme agli altri membri del gruppo. Non vediamo l'ora di passare alla fase successiva, e ci stiamo preparando per l'avvio dell'iniziativa SIMS", afferma Andreas Nordbrandt, Presidente della divisione Underground Rock Excavation di Atlas Copco.

Cambiare la percezione pubblica dell'industria mineraria

Il consorzio SIMS sta lavorando non solo per supportare la crescita economica, ma anche per modificare positivamente la percezione dell'industria mineraria nel suo complesso. Con soluzioni innovative incentrate su attività sicure, efficienti ed ecologicamente sane, i membri del SIMS dimostreranno che pratiche sostenibili sono non solo auspicabili ma indispensabili per la trasformazione di attività minerarie proficue.

Tutti i partner del consorzio SIMS mostreranno i loro progressi intervenendo nelle miniere in giro per l'Europa. La tecnologia mostrata comprenderà: la rete di comunicazione 5G di Ericsson, il sistema di controllo 800xA di ABB, il sistema di posizionamento nel sottosuolo di Mobilaris e la tecnologia automatizzata e alimentata a batteria di Atlas Copco per l'industria mineraria.

Atlas Copco è orgogliosa di poter assumere un ruolo fondamentale nei progressi delle innovazioni all'avanguardia sviluppate da tutti i partner SIMS. "SIMS è una fantastica opportunità e attendiamo con ansia di collaborare con i nostri partner affermati per migliorare ulteriormente le innovazioni e la sicurezza dell'industria mineraria", afferma Morgan Rody, Project Manager di SIMS di Atlas Copco.

Per far progredire ulteriormente le attività minerarie sostenibili, il lavoro del consorzio SIMS sarà ben documentato e i dati saranno condivisi con le parti interessate nel settore minerario europeo e mondiale. I risultati dimostreranno in maniera certa come gli innovatori della UE stiano rendendo possibile il futuro dell'industria mineraria mondiale.

Per saperne di più su SIMS, visita il sito: SIMSmining.eu


Per ulteriori informazioni, contatta Morgan Rody Project Manager della divisione Underground Rock Excavation di Atlas Copco Rock Drills AB E-mail: morgan.rody@se.atlascopco.com


Ann-Sofie Andersson Global Communication and Brand Manager, divisione Underground Rock Excavation di Atlas Copco Rock Drills AB Telefono: +46 (0)19 670 78 25 - Mobile: +46 (0)72 183 84 34 E-mail: ann-sofie.andersson@se.atlascopco.com 


Atlas Copco è leader mondiale nella fornitura di soluzioni di produttività sostenibile. Il Gruppo fornisce ai clienti compressori innovativi, soluzioni per il vuoto e sistemi di trattamento dell'aria, attrezzature per cantieri e coltivazione mineraria, utensili industriali e sistemi di assemblaggio. Atlas Copco sviluppa prodotti e servizi orientati alla produttività, all’efficienza energetica, alla sicurezza e all’ergonomia. L’azienda, fondata nel 1873, ha sede a Stoccolma, Svezia, e vanta una presenza mondiale in oltre 180 paesi. Nel 2015, Atlas Copco ha realizzato un fatturato di 102 miliardi di corone svedesi (11 miliardi di Euro), con un organico di più di 43000 dipendenti. Maggiori informazioni su www.atlascopcogroup.com.


Underground Rock Excavation è una divisione della Business Area di Atlas Copco Ingegneria Civile, Cave e Miniere. Sviluppa, produce e commercializza un'ampia gamma di attrezzature per perforazioni di tunnel e coltivazione mineraria in diverse attività nel sottosuolo in tutto il mondo. La forte attenzione di Atlas Copco per la progettazione innovativa dei prodotti e i sistemi di assistenza post-vendita offrono un valore aggiunto ai clienti. Le sedi principali delle divisioni e il centro di produzione principale si trovano in Svezia.