Le nostre soluzioni
Compressori d'aria
Solutions
Prodotti
Compressori d'aria
Apparecchiature accessorie per impianti gas medicale
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Prodotti
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Process Gas and Air Equipment
Utensili e Soluzioni Industriali
Solutions
Industrie nostre clienti
Utensili e Soluzioni Industriali
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Utensili e Soluzioni Industriali
Utensili e Soluzioni Industriali
Vacuum solutions

Un assemblaggio intelligente consente di risparmiare energia

Nonostante le numerose esperienze positive avute con gli utensili pneumatici per l'assemblaggio delle sue padelle e delle pentole di alta qualità, il produttore del Saarland ha deciso di utilizzare i cacciaviti elettrici. Presso la Norbert Woll GmbH, i manici e le impugnature sono avvitati con cacciaviti elettrici in modo più preciso, più conveniente e più silenzioso rispetto ai predecessori pneumatici.

10 settembre 2019

La Norbert Woll GmbH produce padelle e pentole nella sede centrale di Saarbrücken dal 1979. Negli ultimi anni, la domanda è aumentata notevolmente per l'azienda a conduzione familiare del Saarland. "Il boom internazionale dei programmi di cucina in TV
continua e la nostra presenza nella vendite televisive e online contribuisce al successo dei nostri prodotti top di gamma" riporta il Commercial Manager, Sascha Kappelmeier. L'attività di Saarbrücken ha preso il volo grazie all'aumento delle cifre di produzione. "Per questo motivo, abbiamo costruito uno stabilimento completamente nuovo a circa trenta chilometri di distanza da Saarwellingen". La nuova sede è specializzata nella produzione di pentole professionali in alluminio pressofuso, coprendo tutte le fasi di produzione, della fusione al rivestimento, dalla lavorazione della base all'assemblaggio e all'imballaggio. La linea è stata progettata dando particolare attenzione ai processi brevi e a un elevato grado di efficienza energetica.

"Made in Germany"

"Abbiamo deciso con consapevolezza di non attuare un'economia a basso costo, per ottenere benefici in termini di costi attraverso una produzione più efficace", ha spiegato Sascha Kappelmeier che, a tal riguardo, si sta occupando di ridurre il consumo di aria compressa. Anche se per decenni la società ha ottenuto ottimi risultati assemblando i manici delle pentole e delle padelle utilizzando cacciaviti pneumatici, raggiungendo quasi un milione di ordini di pentole e padelle all'anno, questo metodo di assemblaggio presenta una notevole differenza, non da ultimo in termini economici. "Come elemento propulsore, l'aria è relativamente costosa", ha spiegato l'imprenditore, "e nella nostra nuova fabbrica intendiamo utilizzare metodi di produzione che prevedano un consumo di energia inferiore. Così abbiamo chiesto al nostro fornitore di utensili, Indruba, informazioni sulle tecnologie alternative a quella che utilizzavamo." Con grande sorpresa di Kappelmeier, il team Indruba gli ha proposto un intero pacchetto di soluzioni che prometteva non solo una drastica riduzione del consumo di energia ma che convinceva anche per le prestazioni superiori dei nuovi utensili dal punto di vista dell'ergonomia e della precisione di assemblaggio.

Metodi di lavoro più semplici

Il collegamento tra la padella e il manico deve essere affidabile, questa è la caratteristica fondamentale per la qualità, secondo il produttore del Saarland. "Noi utilizziamo un ugello speciale filettato in rame alla base del manico e le viti M5 con intaglio a croce in acciaio inox con ampi alloggiamenti per garantire la perfetta aderenza quando vengono uniti". Inizialmente, la Woll aveva preso in considerazione un sistema completamente automatico per l'avvitamento dei manici, ma l'implementazione non è stata possibile a causa dei costi estremamente elevati e della grande varietà di prodotti. Al contrario, la flessibilità di adattamento delle attrezzature Atlas Copco, raccomandate da Indruba, ai numerosi modelli di padelle, ha convinto subito la Woll. Al posto di una rete di aria compressa, è stata necessaria solo una presa di 230 Volt e tutte le esigenze di assemblaggio sono state soddisfatte con tre soli componenti. Un cacciavite elettronico EBL fissato a un braccio meccanico, combinato a un bilanciatore RIL, in sospensione e quasi senza gravità. Se è un operatore a utilizzare il cacciavite, può guidarlo esattamente nella sede della vite, senza alcuna resistenza deleteria. Il motorino di avviamento integrato nel cacciavite a bassa tensione EBL inizia automaticamente il ciclo di avvitatura. Tutta la coppia reattiva viene assorbita dal braccio meccanico SML, senza appesantire l'operatore. "Non vi è alcun confronto con gli strumenti manuali ad aria compressa utilizzati in precedenza. Con quelli, i formicolii al polso non smettevano neanche a fine giornata e anche la rumorosità era eccessiva," hanno riportato dei lavoratori. Oltre all'ergonomia migliorata, Sascha Bauer ha apprezzato anche la precisione di ripetizione dei quattro utensili EBL utilizzati in questa stazione.

“ Non abbiamo avuto alcun tempo di fermo macchina non pianificato sin da quando sono entrati in funzione e dopo ben due milioni di cicli di avvitatura. La nostra esperienza con questi utensili è stata del tutto positiva. ”

Sascha Kappelmeier , Commercial Manager

"Rispetto ai cacciaviti ad aria compressa, siamo in grado di risparmiare un buon 80% di elettricità."
Da campioni casuali risulta che, grazie alla frizione a stacco per la precisione della coppia, i collegamenti a vite della Woll sono ancora più precisi rispetto a quelli già buoni dei vecchi utensili ad aria compressa. Gli utensili EBL per lungo tempo hanno dimostrato la loro stabilità, con una resistenza compresa tra 1 e 5,5 Nm, una velocità di 600 g/min e motori brushless a usura ridotta. "Non abbiamo avuto alcun tempo di fermo macchina non pianificato sin da quando sono entrati in funzione e dopo ben due milioni di cicli di avvitamento", ha riferito Kappelmeier. "E a ciascun cacciavite vengono aggiunti 2500 processi di serraggio per ogni turno...". Il semplice utilizzo degli utensili EBL ripaga di qualsiasi sforzo fatto dall'azienda" conclude con soddisfazione Sascha Kappelmeier: "La nostra esperienza con questi utensili è stata del tutto positiva". Questo è il motivo per cui, da giugno, anche la stazione di assemblaggio dello stabilimento principale di Saarbrücken ha scelto di utilizzare questi silenziosi e affidabili cacciaviti a bassa tensione di Atlas Copco.