Come l'intervento di revisione ha prevenuto 280 ore di inattività

Ogni tre anni il compressore ZH dello stabilimento di perossido di idrogeno della Solvay a Póvoa de Santa Iria, Portogallo, deve essere spento e manutenzionato per revisione. Tuttavia, mentre il compressore ZH è silenzioso, la produzione si deve arrestare. Quindi, quando la società ha scoperto di aver bisogno di una revisione che avrebbe richiesto un fermo macchina di tre settimane, i tecnici Atlas Copco e Solvay hanno sviluppato un piano per completare il progetto di manutenzione in soli nove giorni di intenso lavoro.

Chimico e petrolchimico Piani di assistenza per i clienti Compressori oil-free Class 0

Revisione di un compressore ZH in nove giorni invece di 3 settimane

Nell'ambito del contratto di manutenzione preventiva, il compressore ZH dello stabilimento Solvay, vecchio di 10 anni, veniva revisionato in generale ogni 24.000 ore, ovvero ogni 3 anni.


Allestito per risparmiare energia e garantire affidabilità, il compressore deve essere sottoposto a manutenzione preventiva ordinaria - e questa volta si dovevano equilibrare i rotori. In circostanze normali servono tre settimane ma, poiché il compressore ZH svolge un ruolo fondamentale per il processo di produzione, l'azienda non poteva permettersi che impiegasse così tanto.

“ Grazie alla flessibilità e cooperazione di Atlas Copco, e alla sua consapevolezza degli effetti che l'assenza di tale compressore avrebbe avuto su di noi, siamo riusciti a mettere insieme un piano di lavoro che ci ha permesso da revisionare il compressore in un tempo record. ”

Ramiro Dionísio , Responsabile di progetto presso SOLVAY

Nessun margine di errore

Per completare la revisione in 9 giorni, non c'era margine di errore. Il primo giorno di lavoro, poco dopo la rimozione dei rotori, un vettore internazionale era già in attesa presso il portone, per portarli in Germania per il bilanciamento.

"Nessuno fa questo bilanciamento in Portogallo, quindi i pezzi devono tornare direttamente al costruttore," dice Ramiro Dionísio.

Dopo 24 ore i rotori sono giunti in Germania e entro 3 giorni il lavoro è stato completato, per cui i rotori sono ritornati a Solvay.

Un team di due tecnici Atlas Copco e due dipendenti Solvay ha poi rimontato l'apparecchiatura.

" L'intera revisione è stata completata in nove giorni. Il decimo giorno è stato dedicato al monitoraggio della macchina appena rimessa in produzione," dice Dionísio. "Speriamo che duri almeno altre 80.000 ore".