Venite a volare con me

Airbus produce una gamma di aeromobili a lungo raggio rivoluzionari, più leggeri e sostanzialmente più efficienti in termini di consumo di combustibile rispetto a un qualsiasi altro modello precedente. Tuttavia, per far volare questi aeromobili Airbus ha bisogno di utensili rivoluzionari.

31 marzo 2018

Per gli aeromobili realizzati in alluminio, gli utensili standard operanti su sistemi pneumatici funzionano bene. Tuttavia, per il nuovo Airbus A350 XWB a fusoliera larga, cui corpo e ali sono composti principalmente in fibra di carbonio leggera, Airbus aveva bisogno di qualcosa di più sofisticato: utensili in grado di fornire maggiore libertà di movimento e precisione e una velocità specifica per ogni fase del processo di costruzione.

Per la fornitura di questi utensili di comunicazione innovativi senza fili e a batteria, Airbus ha scelto Atlas Copco. Sulla base dell'esperienza dei team di vendita di tutta Europa, Atlas Copco ha creato una linea di prodotti su misura appositamente per l'industria aerospaziale. Sebbene questi utensili comportino costi iniziali maggiori rispetto agli strumenti standard, Atlas Copco ha convinto Airbus che la loro idea valeva l'investimento: con una maggiore precisione e capacità di feedback avanzate sono in grado di ridurre in modo concreto i costi operativi.

"La cosa più importante quando si seleziona un partner per la fornitura di utensili è ottenere prodotti di qualità su cui si può fare affidamento", spiega Isabelle Michaud, Category Manager di Airbus. Tuttavia, questi utensili sfruttano meno energia, contribuendo alla riduzione delle emissioni di carbonio di Airbus.

"I nuovi utensili migliorano l'ergonomia, la sicurezza e garantiscono qualità, grazie alla possibilità di gestire la velocità di rotazione", spiega Jany Roger, ingegnere di sviluppo per Airbus. "Per l'operatore, sono molto confortevoli."

“La cosa più importante quando si seleziona un partner per la fornitura di utensili è ottenere prodotti di qualità su cui si può fare affidamento.”

Isabelle Michaud, Category Manager in Airbus

L'aeromobile A350 di Airbus rappresenta il primo esempio di aeromobile costruito principalmente in plastica rinforzata con fibra di carbonio (53%), materiale estremamente leggero e molto resistente. Grazie alla conseguente riduzione di peso e ai miglioramenti di progettazione, con l'aeromobile A350, Airbus s'impegna a utilizzare il 25% di combustibile in meno rispetto agli aeromobili di linea di dimensioni simili.

Per l'assemblaggio complesso dell'aeromobile A350, gli avvitatori Atlas Copco (utensili di serraggio) sono indispensabili. Airbus ha costruito il suo primo modello di prova A350 non solo in varie sezioni differenti ma anche in tre diversi paesi. Le ali sono state realizzate nel Regno Unito, la fusoliera anteriore in Francia e la fusoliera posteriore in Germania.

"Atlas Copco è un prezioso fornitore strategico", afferma Michaud. "È importante che Atlas Copco offra la stessa soluzione in tutto il mondo, in quanto Airbus cerca di essere un'azienda di livello globale armonizzata. Inoltre, la standardizzazione degli utensili e dei processi è l'obiettivo chiave per tutti i siti produttivi".

All'inizio del 2012, Airbus ha cominciato a unire la produzione completa dell'aeromobile a fusoliera larga presso il suo nuovo stabilimento di montaggio a Tolosa. Questa prima fusoliera sarà utilizzata esclusivamente per la prova a terra a cui devono essere sottoposti tutti i nuovi modelli di aeromobile.

Nel 2012, dopo aver completato il modello di prova senza volo dell'aeromobile A350, si avvierà l'assemblaggio del primo A350 che solcherà i cieli.


Scritto da Nancy Pick