Domande frequenti sulla Classe 0 e sull'oil-free

Quali sono i test TÜV necessari per ottenere la certificazione ISO 8573-1 CLASSE 0?

Il test della Parte 2 misura aerosol e liquidi. Può essere effettuato tramite il metodo di valutazione del flusso parziale (B2) o del flusso completo (B1) (vedere di seguito). Il test della Parte 5 misura solo i vapori. Per ottenere la certificazione ISO 8573 CLASSE 0 è necessario eseguire i test di entrambe le parti. Ciò significa che devono essere misurate tutte e tre le forme di contaminazione da olio, vale a dire aerosol, vapore e liquidi.

Quali sono le differenze fondamentali tra il metodo di valutazione del flusso parziale (B2) e del flusso completo (B1)?

Entrambi i metodi sono accettabili per la misurazione di aerosol e liquidi in conformità alla Parte 2 dello standard ISO 8573-1. Il metodo B2 esamina solo il centro del flusso d'aria. Gli aerosol di olio vengono registrati, ma l'olio che si deposita sulle pareti dei tubi (flusso lungo le pareti) non viene rilevato. La maggior parte dei produttori di compressori d'aria preferisce ancora utilizzare questo metodo meno rigoroso. Il metodo B1 esamina l'intero flusso di aria per misurare sia gli aerosol che il flusso lungo le pareti. Questo metodo di test completo è stato utilizzato sui compressori d'aria oil-free e anche in questo modo non sono state rilevate tracce di olio nel flusso d'aria in uscita.

I compressori a iniezione di olio con filtri disoleatori possono produrre aria oil free?

Questa soluzione viene spesso definita "tecnicamente oil-free". Tuttavia, anche in condizioni ottimali e con diverse fasi di eliminazione dell'olio, la qualità dell'aria in relazione al contenuto di olio non è garantita. Per ottenere un livello di qualità dell'aria appena accettabile con i compressori a iniezione di olio, sono necessari dispositivi di raffreddamento dell'aria e diverse fasi di eliminazione dell'olio con più componenti. Un guasto a uno di questi componenti o una manutenzione inadeguata possono causare la contaminazione da olio di un processo. Con i compressori a iniezione di olio ci sarà sempre il rischio di contaminazione e la possibilità di gravi conseguenze per l'azienda.

In che misura influisce la temperatura ambiente?

La temperatura è uno degli aspetti che influiscono sull'efficienza e sulla purezza dei sistemi d'aria. Quando si utilizzano compressori a iniezione di olio con filtri disoleatori, il trascinamento d'olio attraverso il filtro aumenta in modo esponenziale in base alla temperatura presente nel punto in cui avviene il filtraggio. Se la temperatura ambiente nella sala compressori raggiunge i 30 °C, la temperatura di mandata del compressore potrebbe essere pari a 40 °C con un trascinamento d'olio di 20 volte maggiore rispetto al valore nominale. Queste temperature sono normali anche nei paesi più freddi in cui la temperatura della sala compressori è notevolmente più elevata rispetto all'esterno. Le temperature causano anche un aumento del contenuto di vapore nell'aria, una parte del quale può arrivare al prodotto finale. Inoltre, le alte temperature riducono la durata dei filtri a carboni attivi. Un aumento di temperatura da 20 °C a 40 °C può ridurre la durata del filtro del 90%. Ulteriore aspetto negativo è dato dal fatto che, quando raggiunge il punto di saturazione, il filtro a carboni attivi non avvisa l'utente, ma lascia semplicemente passare l'olio. Nei compressori d'aria oil-free di Atlas Copco la qualità dell'aria non dipende dalla temperatura.

Qual è il livello di contaminazione dell'olio nell'aria ambiente?

Nell'aria ambiente sono presenti tracce di olio estremamente piccole prodotte dagli scarichi dei veicoli e dalle industrie. Tuttavia, nelle aree contaminate il contenuto di olio solitamente non supera il valore di 0,003 mg/m3. Questi dati sono stati ottenuti mediante test condotti dal TÜV nelle vicinanze di una fabbrica che svolge lavori di meccanica pesante (incluse tornitura, fresatura, molatura e foratura). In prossimità della fabbrica il traffico di veicoli era intenso ed era presente un inceneritore di rifiuti. Aspirato da un compressore d'aria oil-free, questo livello estremamente basso di olio presente nell'atmosfera viene eliminato dalla condensa nell'intercooler e nel refrigeratore finale, con una conseguente produzione di aria pura oil-free.