Le nostre soluzioni
Compressori d'aria
Solutions
Prodotti
Compressori d'aria
Apparecchiature accessorie per impianti gas medicale
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Prodotti
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Process Gas and Air Equipment
Utensili e Soluzioni Industriali
Solutions
Industrie nostre clienti
Utensili e Soluzioni Industriali
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Utensili e Soluzioni Industriali
Utensili e Soluzioni Industriali
Vacuum solutions

Come indurire uno scalpello

Seguite le linee guida riportate di seguito per determinare quali sono i passaggi necessari per far sì che il vostro scalpello funzioni di nuovo bene.

Per mantenere la produttività al massimo è importante affilare gli scalpelli quando la punta è usurata. Non è sempre necessario indurire lo scalpello ogni volta che viene affilato.

Controllate lo stato del vostro scalpello:

Se la punta dello scalpello è leggermente usurata è necessario solamente affilarlo. In questo caso non è necessario un trattamento termico.

Se lo scalpello è molto usurato potrebbe essere necessario ridargli una forma prima dell'affilatura.

  • Se lo scalpello è indurito all'interno e gli viene ridata la forma con precisione senza utilizzare troppo calore, la fase di indurimento successiva non è necessaria.
  • Se lo scalpello è temprato, è probabile che ridargli forma porti il nucleo non indurito dello scalpello allo scoperto. Pertanto è importante indurire lo scalpello dopo avergli ridato forma.

  • Se lo scalpello è gravemente danneggiato può essere più utile riforgiarlo piuttosto che ridargli forma.

    L'indurimento è sempre necessario dopo la riforgiatura poiché il calore del processo elimina l'indurimento. Si raccomanda di affilare lo scalpello dopo l'indurimento: solo uno scalpello affilato consente di aumentare la produttività!


    Il trattamento termico per gli scalpelli

    La forgiatura e altri processi devono essere sempre eseguiti rispettando le istruzioni riportate di seguito.

    Quando si esegue la riforgiatura di scalpelli usurati e quando si forgia uno scalpello nella forma desiderata, è necessario fare attenzione a utilizzare il trattamento termico su un tratto ridottissimo dello scalpello, al fine di evitare inutili perdite di resistenza.

    Forgiatura

    Forgiatura di uno scalpello a 850-1050 °C

    Forgiatura


    • Riscaldare lentamente lo scalpello alla temperatura specificata.
    • La forgiatura finale deve essere eseguita al limite minimo della temperatura.
    • Lasciar raffreddare lo scalpello nel carbone secco (polvere).

    Raffreddare lo scalpello indurito

    Raffreddare lo scalpello indurito in un contenitore di olio

    Indurimento


    • Non indurire lo scalpello direttamente con il calore di forgiatura.
    • Scaldare lentamente partendo da una bassa temperatura fono a raggiungere 800 °C. Più lentamente avviene il processo di riscaldamento è migliore sarà l'indurimento dello scalpello.
    • Raffreddare lo scalpello in olio.

    Rinvenimento dello scalpello

    Rinvenimento di uno scalpello a 220 °C

    Rinvenimento


    • Rinvenire lo scalpello per un'ora alla temperatura specificata.
    • Dopo l'indurimento e il rinvenimento, lo scalpello raggiungerà una durezza tra i 55 e i 58 HRC.

    Il trattamento termico non effettuato conformemente a quanto prescritto può produrre una punta dello scalpello troppo fragile che può scheggiarsi o incrinarsi. Un trattamento termico non corretto può anche ridurre la durezza dello scalpello, causandone la rapida usura o la deformazione della punta.

    Scoprite di più sui nostri utensili a percussione qui