Our solutions
Compressori d'aria
Solutions
Prodotti
Compressori d'aria
Apparecchiature accessorie per impianti gas medicale
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Prodotti
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Gamma di soluzioni industriali per il trattamento della condensa
Process Gas and Air Equipment
Utensili e Soluzioni Industriali
Solutions
Industrie nostre clienti
Utensili e Soluzioni Industriali
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Industrie nostre clienti
Utensili e Soluzioni Industriali
Utensili e Soluzioni Industriali
Vacuum solutions

Compressori mobili

Other Compressors Compressor Types Compressed Air Wiki Compressors

I compressori di cui parliamo sono per lo più stazionari. Esistono tuttavia anche compressori mobili, utilizzati per un gran numero di applicazioni, in settori che vanno dalle costruzioni alle riparazioni stradali e alle operazioni di recupero. Tali compressori sono quasi tutti azionati da motori diesel.

Che cosa sono e a che cosa servono i compressori mobili?

un compressore mobile viene utilizzato per disporre di aria compressa in loco

Come indicato in precedenza, quasi tutti i compressori mobili sono azionati da motori diesel e sono del tipo a vite a iniezione di olio. I compressori mobili molto piccoli e molto grandi vengono a volte offerti con motori elettrici. I compressori mobili oil-free, realizzati esclusivamente dai principali produttori mondiali, vengono utilizzati per attività di manutenzione nell'industria di processo, nel settore delle reti di distribuzione e in quello offshore. Pur essendo utilizzati inizialmente in cantieri e attività di perforazione fuoristrada, i compressori mobili trovano ora impiego in un ventaglio molto più ampio di processi e applicazioni, come riparazioni stradali, interventi su condotte, rinforzi di pendii rocciosi, sabbiatura, operazioni di recupero e così via. I compressori mobili sono in genere configurati come impianti autonomi per l'aria compressa con attrezzature opzionali integrate per il trattamento dell'aria (refrigeratore finale, separatore dell'acqua, filtri fini, riscaldatore, dispositivo di lubrificazione e così via) e attrezzature ausiliarie opzionali (generatore elettrico da 5 - 10 kVA a 230/400 V, ausili per l'avviamento a freddo, dispositivi antifurto, telaio a prova di versamenti e così via). Per fabbisogni di potenza più elevati, sono disponibili generatori di energia elettrica azionati da motori diesel e integrati in involucri simili a quelli dei compressori mobili.

Livello di rumorosità ed emissioni di scarico

Le configurazioni allo stato dell'arte dei compressori azionati da motori diesel assicurano bassissimi livelli di rumore a seguito della diffusione di norme di legge fra cui la direttiva UE 2000/14/CE, che disciplina le emissioni di rumore delle macchine destinate all'uso all’aperto. È pertanto possibile utilizzare tali macchine senza impatti negativi su aree popolate, zone prossime agli ospedali e così via. L'involucro insonorizzante è costituito di solito da una singola parete in acciaio, benché di recente siano stati introdotti involucri con pareti doppie in acciaio e anche in polietilene durevole, con speciali deflettori e notevoli quantità di schiuma fonoassorbente.

Negli ultimi due decenni si è registrato un notevole miglioramento dei risparmi di carburante, grazie all'introduzione di elementi compressori a vite e schemi di integrazione molto efficienti. Ciò si è rivelato particolarmente importante per la perforazione dei pozzi d'acqua, che richiede il funzionamento protratto dei compressori in condizioni gravose. È inoltre possibile dotare i compressori moderni di hardware e software, come i sistemi FuelXpert e DrillAirXpert, che ottimizzano l'economia di impiego del carburante e sono nettamente superiori ai sistemi di controllo tradizionali dei compressori/motori pneumatici.

Da quando, nel 1997, in Europa, negli Stati Uniti e altrove sono state introdotte leggi specifiche sulle emissioni dei gas di scarico, vengono scelti in misura maggiore motori diesel conformi ai requisiti più recenti sulle emissioni di gas di scarico: fra il 2006 e il 2013 è entrato in vigore lo standard EURO III, a partire dal 2014 la normativa EURO IV e fra il 2008 e il 2015 lo standard Tier 4 degli Stati Uniti.


Flessibilità operativa dei compressori mobili

Mentre i compressori industriali stazionari vengono installati per servire soltanto una o poche applicazioni tramite una rete di distribuzione dell'aria compressa, i compressori mobili allo stato dell'arte devono dimostrare un'elevata flessibilità operativa complessiva per servire una molteplicità di applicazioni in ambienti differenti per temperature ambiente, livelli di umidità, pressioni di esercizio, valori di altitudine e profili dei cicli di carico. Fra gli ulteriori requisiti relativi ai compressori mobili figurano elevata affidabilità operativa, buone caratteristiche di manutenzione, impatto ambientale limitato grazie a bassi livelli di rumore, livelli delle emissioni di scarico conformi ai regolamenti, dimensioni compatte e basso peso totale.

Il funzionamento in climi con livelli di umidità medio-alti, in particolare quando il profilo di messa a carico/vuoto include cicli di carico ad alta pressione o periodi prolungati di funzionamento a vuoto, causa la condensazione di parte del contenuto d'acqua dell'atmosfera all'interno del circuito dell'olio del compressore, con un impatto negativo sui componenti lubrificati del compressore e sull'olio stesso. La presenza anche solo dell'1% di acqua nell'olio riduce del 40% la vita utile dei cuscinetti. Per salvaguardare la vita operativa dei compressori mobili, i modelli più all'avanguardia possono essere dotati di un sistema di controllo elettronico della temperatura dell'olio.

Articoli correlati

Prodotti correlati